Struttura organizzativa

Il Consiglio d’amministrazione dell’Azienda Speciale Palaexpo, dal momento del suo insediamento nell’estate 2018 ha inteso dare piena attuazione allo statuto aziendale, che, all’art. 6, prevede per il CdA stesso, oltre al compito di vigilare sulla gestione, la funzione di “organo deliberante dell’Azienda che, nell’ambito di indirizzi e finalità stabiliti dal Consiglio Comunale, determina i programmi (…) definisce le attività espositive, nonché le altre attività accessorie e collaterali”.

Lo statuto aziendale prevede all’art. 9 che il Direttore Generale, responsabile della gestione, “sovrintende all’attività culturale, tecnica e amministrativa”; lo stesso statuto, all’art. 12, prevede che: “Lo staff artistico (composto dai responsabili dei diversi servizi espositivo-culturali) propone al Direttore Generale la programmazione delle attività artistiche, e collabora alla cura del loro svolgimento”.

Per adempiere agli impegni previsti dallo Statuto aziendale, il CdA, in accordo con il Direttore Generale ha deliberato la creazione di un Tavolo di Programmazione – di cui fanno parte, oltre al CdA nella sua interezza, il Direttore Generale, il Direttore Operativo, la Curatrice senior e il Responsabile della programmazione cinema e auditorium di Palazzo delle Esposizioni e il Direttore Artistico del MACRO – che definisce le linee generali della programmazione nei diversi spazi dell’Azienda, e che valuta le proposte culturali ricevute.

Il CdA è l’organo deliberante, il Tavolo di Programmazione è l’organo di discussione, condivisione di idee, innesco di meccanismi decisionali; è il luogo in cui le diverse competenze ed esperienze, maturate fuori e dentro l’Azienda dai diversi componenti sono utilizzate come preziose risorse da mettere in sinergia.

I luoghi del Polo del Contemporaneo

Tre importanti centri di produzione culturale concorrono a una proposta organica secondo un modello di messa in comune di risorse tra le istituzioni e le organizzazioni della città.